martedì 6 marzo 2012

Le Sedute Spiritiche

Immagine
La seduta spiritica è una delle tecniche più famose adoperate nello spiritismo.Finalizzata al contatto e al colloquio con gli spiriti grazie all'intervento di un medium (letteralmente "tramite"), la seduta spiritica solitamente si svolge al chiuso.I partecipanti riuniti attorno ad un tavolo si pongono in silenzio e concentrazione, tentando di stabilire uno stato di tensione mentale ed emotiva che permetta al medium di utilizzare l'energia del gruppo per poter richiamare a sé le forze necessarie ad un "contatto" con l'aldilà.Raggiunto il grado desiderato di concentrazione, il medium afferma di "dare voce" a defunti o altre entità spirituali che lanciano messaggi di vario genere.Un tipico sistema di interrogazione è quello della tavola ouija: i partecipanti pongono il dito indice su un piattino o una tazzina rovesciata e intorno all'oggetto vengono poste le lettere dell'alfabeto, a quel punto la tazzina sembra muoversi autonomamente da una lettera all'altra formando frasi di senso compiuto. In realtà il fenomeno è dovuto ai movimenti ideomotori dei presenti che non sono in grado di mantenere il dito perfettamente fermo, le frasi composte sono il frutto delle aspettative inconsce di chi la muove: è sufficiente capovolgere le lettere e mischiarle perché la planchette inizi a comporre frasi completamente prive di senso.Le sedute spiritiche non hanno nessun tipo di riconoscimento scientifico, e così anche i presunti fenomeni spesso a loro legati, come la levitazione di oggetti, rumori e voci non ben identificabili, improvvise folate di vento.La comunità scientifica ritiene che tutti questi fenomeni abbiano spiegazioni naturali, come l'"autosuggestione" o la pura e semplice frode, che è stata talvolta dimostrata anche da parte di medium famosi. Per essere eseguita correttamente, una seduta spiritica necessita di regole severe (per evitare qualche buon tempone eviterò di scriverle).Sul tema delle sedute spiritiche ci sarebbe molto da dire.Un esempio sta nel fatto che utilizzando la tavoletta ouija, si corre il rischio di evocare dei demoni che prendono il posto delle anime che dovrebbero essere evocate. Questa "possessione" , se così si potrebbe definirla, è molto rischiosa specialmente per un medium che rischia la vita.Il Cornelio Agrippa, filosofo occultista, dichiarò nel suo "De Occulta Philosophia" è possibile imprigionare i demoni e porli sotto il proprio comando. Ma questo è un procedimento che non può essere inserito durante una seduta spiritica. In poche parole, evitare una seduta spiritica sarebbe la soluzione migliore appunto perché non si può mai sapere cosa si presenta.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono sempre graditi. E' bene ricordare però che i commenti offensivi o irrispettosi verranno immediatamente cancellati.
Grazie.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

scorciatoie post